w w w w

baner
Storia

 

LE ORIGINI

La storia della chiesa di Santa Maria Maggiore è strettamente legata

alla storia dell'attiguo Convento dei Padri Zoccolanti Francescani.

 

Le fonti ci dicono che il convento di Santa Maria Maggiore,

 in Acquaviva delle Fonti, fu l'ottavo convento fondato

nella Provincia di San Nicola, l'attuale provincia di Bari.

 

Il convento, con 15 frati, nacque nell'Anno Christi 1525

sotto il pontificato di Papa Clemente VII.(1)

 

Circa un secolo dopo, l'11 febbraio 1611, il tabulario napoletano Virgilio

 Di Marino, relaziona sulle chiese al di fuori delle mure della nostra città

dicendo: "Fuora la porta per la quale si esce per Bitonto, si ritrova lo

luogo de' Padri Zoccolanti Franciscani sotto titolo di Santa Maria

Maggiore, dove resedono sei sacerdoti, doi chierici et doi laici, quali

vivono di elemonsine con uno convento molto grande et ben formato et

capace di frati, con giardino et bello claustro, con una cisterna

grandissima, et sibene al presente celebrano in una Ecclesia piccola

et vecchia con ornamenti comodi per lo culto divino,

tuttavolta si è fatta una Ecclesia nova, bella et grande, quale resta solo

da coprirse, e tuttavia si va finendo con agiunto dell'elemosine

dell'Università et delli particulari, quali sono tutti gente di molta

devotione".(2)

 

Con questo documento, Virgilio Di Marino, oltre a descrivere

il convento francescano, ci dice che stava per essere completata

una chiesa bella e grande, ossia l'attuale chiesa di Santa Maria

Maggiore. Infatti, otto anni dopo, la chiesa veniva consacrata,

come ricorda una epigrafe che era situata dietro l'altare maggiore

 della chiesa, e che ancora oggi viene conservata.

 

 

 

Note e bibliografia                                                                        

(1) Bonaventura a fasano, (OFM), Memorabilia minoritica Provincia

S. Nicolai Ordinis Minorum Regularis Observantiae..., Barii 1656

(2) ASN, Regia Camera della Sommaria, Processi della Commissione

Feudale, vol.666 n.3693

A.M. e G. Anselmo, G. Pietroforte,"La chiesa di Santa Maria Maggiore

e relativo convento", Acquaviva delle Fonti 1982